venerdì 31 luglio 2009

Ormai la selezione all'ingresso è una prassi

Il video precedente, col funzionario di polizia che impedisce di manifestare, mi ricorda ciò che è accaduto a Firenze durante la campagna elettorale per le comunali.

L'Aquila: vietato manifestare contro Berlusconi

Questo è ciò che succede se le popolazioni de L'Aquila cercano di farsi sentire:



grazie a Godot_74

Ma è questa la ricostruzione?


Leggendo quest'articolo di Repubblica , si ha la misura di come sia possibile disinformare l'intera popolazione su qualsiasi argomento.
I telegiornali parlano di ricostruzione, quando molte delle macerie, ancora dopo 4 mesi, giacciono per le strade.
Si parla di aiuti alle popolazioni, quando :"da più di un mese nessuno offre più nulla".
Si parla delle newtown e le chiamano : "Case definitive per sistemazioni provvisorie", perchè DE-FI-NI-TI-VE?
Poi si legge: "C'è chi rischia di perdere la proprietà. Se in un condominio non si trova l'accordo per ricostruire - ci sono tante seconde case - potrà intervenire la Fintecna, società dove sono presenti lo Stato e i palazzinari, che potrà acquisire gli immobili a valori Ute, ufficio tecnico erariale. E' l'ex catasto, che paga il valore dichiarato nei rogiti, fra un terzo e la metà di quello reale."
Non sarà un grande affare per amici ed amici-degli-amici sulle spalle degli abruzzesi?

Poi sui finanziamenti per la ricostruzione: " Il governo ha detto che i soldi per la ricostruzione saranno erogati in tre modi: finanziamento a fondo perduto, credito di imposta, credito agevolato. Ma perché usare gli ultimi due modi se c'è il finanziamento a fondo perduto? La nostra previsione è questa: fra qualche mese ci diranno: signori, i soldi sono finiti. Se volete, restano il credito di imposta, quello agevolato...". Non si vorrà mica mettere in difficoltà delle famiglie, le quali non potendo accedere al finanziamento a fondo perduto, e non potendosi permettere neanche quello agevolato, saranno contrette a vendere casa e rimanere nelle casette di legno?
Se fosse così avrebbe senso chiamarle Case definitive per sistemazioni provvisorie

Quanto potranno resistere gli abbruzzesi? E se dovessero reclamare i propri diritti e se per farlo dovessero protestare, cosa annuncerebbero sui nostri telegiornali? Che gli Abruzzesi, ingrati, vogliono case lussuose a spese dei contribuenti?

Se questa è la ricostruzione...

giovedì 30 luglio 2009

Sù con la meritocrazia

"Dove c'e' potere c'e' sesso. Funziona cosi' ovunque. Ci vorrebbe meno ipocrisia", e' quanto si legge nell'anticipazione dell'intervista di Renato Brunetta al 'Corriere della Sera Magazine', in edicola da giovedi'.

Secondo il ministro della Pubblica amministrazione "non c'e' nulla di nuovo" nell'abitudine di eleggere o candidare collaboratrici o fidanzate.

da: Rainews24

Forse voleva far sapere al "gentil sesso" che anch'egli detiene una seppur piccola forma di potere, ergo, vorrebbe un seppur piccola quota del sesso che gli spetta!
Ma la meritocrazia? Ah, sì, il senso è: siccome ho potere mi merito un po' di sesso anche io! In pratica Brunetta rivendica la sua quota!

mercoledì 29 luglio 2009

Verba volant/6


Silvio Berlusconi durante la campagna elettorale affermava che il matrimonio Alitalia-Air France non s'aveva da fare perchè: “Non possiamo assolutamente accettare che Alitalia sia venduta ad Air France”, dichiara il leader del Pdl definendo “irricevibili e addirittura offensive le condizioni di acquisizione presentate [...]Con un hub realizzato non più a Milano ma gestito da Air France dove pensate che la compagnia francese porterà il grandissimo numero di turisti cinesi se non a Parigi”? (da il Velino.it del 29 mar 2008 14:12)

Cosa accade oggi durante il governo di Silvio Berlusconi?

Hong Kong, Singa­pore, Montreal, e non solo. Ali­talia in questi giorni ha annun­ciato l’ampliamento dell’offerta internazionale e intercontinen­tale con 13 nuove mete, opera­te insieme con il partner Air France-Klm (azionista al 25%). Ma il passeggero che vada a cer­care un volo diretto da uno de­gli scali italiani per queste desti­nazioni rimane a bocca asciut­ta: in tutti i casi dovrà passare da un aeroporto straniero che sia Parigi, Amsterdam e Lione.
[...] Eppure il premier Silvio Ber­lusconi, nel benedire l’accordo con i francesi, era stato chiaro: il traffico non andava in nessun modo dirottato su Parigi. In ba­se al «piano Fenice», che dise­gnava il futuro della nuova compagnia, le destinazioni in­tercontinentali avrebbero dovu­to essere 18. [...](e) si diceva sarebbero sta­te operate direttamente da Mal­pensa,[...] da Corriere della Sera 29 luglio 2009

martedì 28 luglio 2009

Effetto Maroni

Questi sono alcuni effetti della legge Maroni, denominata pacchetto sicurezza,
post da L'extra blog Piove governo ladro:

Uno dei(effetti ndr) più clamorosi tra questi sarà quello per cui, dall’8 agosto prossimo, i figli dei clandestini non potranno essere registrati dai genitori all’anagrafe grazie a questa frase inserita tra le norme della legge: Gli stranieri dovranno mostrare il permesso di soggiorno per ogni atto di stato civile.

Cosa significa? Semplice: i clandestini che non sono in possesso del permesso di soggiorno non potranno sposarsi, nascere o, paradossalmente, morire. Questi gli atti di stato civile negati dalla norma.

Per questo i clandestini, pur di restare in Italia, non faranno più figli? No, non credo. Ritengo, piuttosto, che si aggraveranno per loro le già difficili condizioni di permanenza nel nostro paese e, contestualmente, potremo osservare i servizi sociali andare in crisi a causa degli affidamenti - obbligatori per legge- di bambini senza un genitore che possa riconoscerli. Già proprio queste sono le prospettive.

L’assurdità si trasforma, in questo caso, nella negazione di elementari diritti civili. Una legge, perciò, che non avrebbe nessun motivo di esistere, se non nei paesi governati dalle più becere dittature.


Leggere anche da il Tirreno:

PRATO. Gli stranieri dovranno mostrare il permesso di soggiorno per ogni atto di stato civile. Una frase persa nei meandri del “pacchetto sicurezza”, quello che prevede l’arresto per i clandestini, più poteri ai vigili urbani, più competenze a sindaci e prefetti. Il quinto provvedimento del pacchetto entrerà in vigore l’8 agosto rischiando di creare un putiferio.

Gli atti di stato civile sono matrimonio, registrazione di morte e registrazione delle nascite. Se i clandestini non si potranno sposare nessuno alza la mano, ma se il babbo o la mamma non potranno riconoscere il proprio figlio, beh, allora è un caso. A Prato dove, solo nei primi mesi del 2009, sono nati 412 bambini figli di genitori senza il permesso di soggiorno, è un problema non secondario.

L'allarme della prefettura. A lanciare l’allarme sull’i mpossibilità per i genitori clandestini di riconoscere i propri figli al momento della nascita è stato Giovanni Daveti, il funzionario responsabile per gli affari che riguardano la comunità cinese per la prefettura di Prato. “Nel pacchetto sicurezza – ha detto Daveti – è inserita una norma che obbliga i clandestini a mostrare il permesso di soggiorno negli atti di Stato civile. Attualmente non abbiamo alcuna circolare che ci spieghi come comportarci nel dettaglio: dall’8 agosto, quando entrerà in vigore la legge, quindi noi avremo neonati che non potranno essere riconosciuti dai genitori, se entrambi clandestini. L’unica via praticabile sembra quella di affidarli ai servizi sociali. Solo nei primi sei mesi del 2009 a Prato sono nati 412 bambini in questa condizione”.


Ora ci sentiamo tutti più sicuri, ma di essere più incivili.

lunedì 27 luglio 2009

La crisi del credito

Un bel modo per comprendere la dinamica della crisi del credito e di come l'eccessiva avidità abbia portato il mondo intero nella situazione in cui è ora.

prima parte:


seconda parte:

E Marino rispose

Ignazio Marino ha risposto alle accuse de Il Foglio, non è scappato, non si è arrampicato sugli specchi, ha dato una spiegazione esauriente di ciò che è accaduto all'epoca in cui era Amministratore Delegato dell'Ismett di Palermo; anzi, motiva le sue dimissioni, con le continue interferenze politiche nella gestione degli appalti presso il centro trapianti.

Allora siamo proprio diversi, alle domande rispondiamo, senza accuse complottiste o arrampicate sugli specchi, meglio così.

venerdì 24 luglio 2009

Il giusto chiarimento

Oggi il Foglio ha pubblicato una lettera riservata inviata a Ignazio Marino da Pittsburgh, ai tempi delle sue dimissioni dall’Ismett di Palermo.
Dalla lettera si evince che ci furono delle irregolarità sulle richieste di rimborsi fatte da Marino stesso alla sua Università.
Credo sia doveroso che il candidato segretario del PD dia le giuste spiegazioni, noi lo ascolteremo come abbiamo fatto ieri col suo discorso di presentazione.
Sono disposto ad accettare anche un semplice :"Lo ammetto, ho commesso un errore".
Ma non imiti il Presidente del Consiglio, non fugga, dimostri che siamo diversi.

Ascoltando Ignazio Marino...

Ieri sera, mentre rientravo a casa col mio scooter, ascoltavo con le cuffie Radio Radicale, c'era il discorso di presentazione di Ignazio Marino.
L'ho ascoltato, con l'attenzione che è possibile dare mentre si guida, cioè un po' superficialmente.

Ma quando ha parlato così dell'immigrazione:
"Se si nega il diritto alla salute allo straniero, lo si nega anche al
cittadino italiano che viene esposto a eventuali malattie infettive di
cui quello straniero può essere portatore.
Quando si nega o si scoraggia il diritto all’istruzione obbligatoria, in
nome dell’irregolarità dei genitori, si costringe un bambino
all’ignoranza, impedendo così all’istruzione di essere un naturale
presupposto per l’integrazione.
Quando si cancella dall’anagrafe lo straniero privo di un contratto di
affitto si compromette il controllo della sua presenza sul territorio
".

Quando ha parlato così dei diritti civili:
"Uno Stato laico deve sempre proteggere i diritti civili con norme rispettose
degli orientamenti e della libertà di ciascuno. Non “diritti speciali”, ma
diritti uguali per tutti, siano essi gli ammalati, le donne, i bambini, le
coppie di fatto, gli omosessuali, o chiunque altro, tutti
"!

Quando ha parlato così delle coppie di fatto:
"Non posso immaginare che tra due persone che hanno condiviso tutto
nella vita possa accadere che se uno si ammala, l’altro rimanga fuori
dalla porta della rianimazione perché non sono legate dal matrimonio.
Si reprima l’omofobia alla pari di ogni altra forma di razzismo
".

Dopo averlo ascoltato, stavo accostando lo scooter per fare un applauso.

giovedì 23 luglio 2009

PD, fa' la cosa giusta

Mi sono chiesto cosa avrebbe fatto il PdL se fosse stato all'opposizione mentre sui giornali veniva messa in mostra la vita privata del Premier.
Credo che avrebbero cercato di mettere in difficoltà la maggioranza e l'avrebbero fatto in parlamento cercando di far emergere attriti e contraddizioni fra i parlamentari.
Quindi, cosa potrebbe fare il PD in questo momento per far emergere le stesse contraddizioni nella maggioranza di centro-destra?
Un esempio potrebbe essere una proposta di legge per regolamentare le coppie di fatto.
Già vedrei bene Gasparri che difende la famiglia tradizionale, Bonaiuti che parla di valori morali, il neo-divorziato Bondi che afferma che le coppie di fatto svolgono una vita in contrasto coi principi di Santa Romana Chiesa!

Ma il Pd in questo momento, forse, è troppo distratto per mettere in difficoltà il PdL.

Meteoriti in giardino

Oggi abbiamo capito da dove proviene tutto questo vigore giovanile in un uomo di 73 anni, il suo aspetto più giovane, i capelli miracolosamente ricresciuti, le rughe sparite.
Ma quali farmaci, tutto ciò è merito dei meteoriti presenti nel giardino del premier!
Praticamente la trama di Cocoon!

mercoledì 22 luglio 2009

Oggi ho conosciuto un elettore di centro-destra

Pensionato,65 anni circa,vive solo(causa divorzio) in un appartamento di 110 metri quadri nella periferia fiorentina.
Intende venderlo perché è troppo grande per una persona soltanto e da me vuole una valutazione.
Svolgo il mio lavoro con diligenza, valuto l'immobile e riferisco che il periodo non è dei migliori per iniziare a vendere:"Sà a fine luglio i clienti pensano alle ferie e non a cercare casa".
Qui lui mi blocca e dice:
- A settembre sarà il momento giusto, perché la crisi economica sarà ormai alle spalle - ed ha continuato dicendo - Al Tg1 hanno parlato di quella autostrada fra Milano e Brescia che sta facendo Berlusconi, pensi che allo stato non costerà nulla,Berlusconi fa tutto così, anche il ponte non costerà nulla e danno tanto lavoro alla gente, perché lo fanno gratis le aziende e i soldi li prendono dal pedaggio; poi anche Draghi, quello della Banca d'Italia, ha detto che ha ragione Tremonti, la crisi è passata e tutto grazie al governo, che col piano casa ha dato subito effetto e poi coi soldi che rientrano dall'estero sà quante altre cose faranno per noi cittadini? - Prla così tutto d'un fiato e prosegue - Perché la situazione di ora è tutta colpa del PD che quelli sono amici delle banche che si tengono i soldi che abbiamo dato noi, che sono tutti strozzini legalizzati.
Faccio presente che sulle prospettive post-ferie ho le mie perplessità, ho visionato alcuni capannoni nella zona industriale di Firenze e mi è stato detto dai proprietari che avevano intenzione di vendere e cessare l'attività.
E l'elettore di centro-destra mi risponde cosi:
- Che poi anche Obama, che se le cose peggiorano, è perché è troppo giovane, non ha esperienza, che al Tg1 hanno detto che gli americani si sono pentiti di averlo votato, che ci vuole gente d'esperienza come Berlusconi, per voi giovani c'é tempo.

E sì per noi c'è tempo, tanto tempo, basta aspettare!

Ultimo in classifica


Silvio Berlusconi è ultimo nella classifica dell'Huffington post fra i peggiori 10 leader mondiali, battuto da Capi di Stato del calibro di :Kim Jong Il, Robert Mugabe, Omar al-Bashir.

Oggi leggendo il sondaggio, forse si chiederà, ma dove ho sbagliato?
preso da: Distanti saluti

martedì 21 luglio 2009

Orgoglio ferito

Che Berlusconi non sapesse che la D’Addario fosse una escort, rende la vicenda ancora più triste.

Quindi il Presidente del Consiglio era veramente convinto che andassero a letto con lui perchè è un uomo interessante ed affascinante, perchè è il presidente del G-8 col record delle presidenze, perchè ha il letto di Putin, perchè racconta berzellette che fanno ridere e perchè fa vedere i video di lui con Bush & C.

Pensa che pena per quell’uomo che solo ora ha scoperto che quelle donne andavano con lui non per i suddetti motivi, ma perchè altri le retribuivano.

Pover'uomo!

lunedì 20 luglio 2009

La gente mi chiede come sto. Come velete che stia? DI MERDA.

Quetsa lettera è la dimostrazione che la vera epidemia in Italia si chiama disinformazione.
Questo è ciò che oggi succede a L'Aquila.
Da: Blog senza qualità



La gente mi chiede come sto. Come velete che stia? DI MERDA. Stiamo tutti di merda, 70.000 persone stanno di merda. Senza casa, senza la città, senza tessuto sociale, senza gli uffici. Molti di noi non rientreranno nella loro casa se non tra molti anni (me compresa), molti di noi non ci rientreranno più, perchè la casa la hanno già perduta, o perchè gliela stanno per abbattere. Tutti non rivedremo la città ricostruita prima di 7/8 anni, almeno. Le persone anziane rischiano di non riverderla mai più.

(Tra parentesi: non viene neanche data comunicazione ai proprietari che le case vengono abbattute, ci si aspetta che siano loro ad informarsi. Che so, una cosa tipo: "scusi, che per caso state per abbattermi la casa? ah no? allora che faccio, ripasso tra qualche giorno e magari me lo dite?")

E intanto che facciamo? Chi può lavora, lavora 100 volte più di prima, lavora in condizioni disastrate e disperate. Anche perchè tutti gli aspazi agibili in città sono stati occupati dalla Protezione Civile, obbligando altri operatori cruciali per la ripresa della città, come l'Università ad esempio, ad andare altrove. Una Protezione Civile che, con le parole del rettore Di Orio «ha una visione dell’occupazione degli spazi inquietante», parole su cui non posso essere più d'accordo (http://www.corriereuniv.it/2009/06/laquila-il-rettore-chiede-spazie-attacca-bertolaso-pigliatutto/, o anche http://www.campus.rieti.it/jw/news/attualita/644-laquila-di-orio-attacco-frontale-a-bertolaso-linquietante-occupazione-di-spazir.html


Non tutti però riescono a lavorare, neanche in condizioni disastrate. E' il caso dei dipendenti della Transcom, 360 persone poste in mobilità. La direzione generale spiega di non essere più in grado di pagare gli stipendi perché non più competitiva anche a causa del terremoto del 6 aprile, che ha reso inagibile la sua sede.

E' il caso dei idipendenti della Technolabs - uno dei più importanti Centri di Ricerca e Sviluppo del centro-sud Italia a capitale esclusivamente italiano - 100 (su 160) dei quali hanno solo la prospettiva di 13 settimane di cassa integrazione a partire dall'inizio di agosto.

A fronte di questa drammatica situazione, qual'è la risposta del governo per rilanciare l'economia? Ad esempio quella di richiedere ai residenti del 49 comuni del "cratere", a partire da gennaio 2010, la restituzione dell'IRPEF non versata a seguito del terremoto, da effettuarsi al 100% in 24 rate. Per darvi un parametro di confronto, nei paesi colpiti dal terremoto del'Umbria, l'Irpef non venne versata per 24 mesi, e viene resituita ADESSO, dopo dieci anni e più, al 40% e in 120 rate (situazione analoga si verificò per gli alluvionati in Piemonte).

Cosa passa invece dai mezzi di comunicazione "istituzionali"? Passa la voce di un Presidente del Consiglio che grida al miracolo per la costruzione di alloggi per circa 13.000 persone, quando allo stato attuale solo il 54% delle abitazioni fuori del centro storico è agibile. Se la stessa percentuale fosse valida anche per il centro storico i conti sono presto fatti: circa 35.000 sfollati (tralasciamo poi l'incresciosa situazione del centro storico di cui posso dare testimonianza diretta: del nostro futuro a tutt'oggi non sappiamo nulla, nulla di nulla al di là di poche parole del premier: «nel centro storico il tempo sarà contato non in mesi ma in anni»).

E basta. Questo è il suo miracolo,. E ad agosto il premier vuole prendere casa all'Aquila per seguire i lavori di queste casette perché, parole sue, «l'occhio del padrone, come si dice, sappiamo cosa produce.. (padrone? Padrone? siamo noi i padroni della nostra città, caro premier).

Racconto queste cose, fuori dal "cratere" e la gente sembra non credermi. Abbiamo tutti la sensazione di essere stati abbandonati.

Ma anche qui, tranne in rare eccezioni, le informazioni sulla situazione dei terremotati continuano ad essere condivise solo dai terremotati stessi. E così continuiamo a parlarci addosso.E il resto d'Italia continua a non sapere niente.

E voi, che pensate di fare? Continuare a guardarci come poveri animali allo zoo, che forse stanno anche diventando un po' noiosi a fare e dire sempre le stesse cose da tre mesi? Bè, temo proprio che la noia continuerà per qualche anno ...

Laura Tarantino
Università dell'Aquila

venerdì 17 luglio 2009

Italia.it - primo errore in geografia

Per la prima volta con grande curiosità vado sul sito Italia.it, ovviamente inizio il mio viaggo virtuale dalla Puglia, regione in cui sono nato e cresciuto!
Ma arrivato nel Salento trovo che S.Maria di Leuca divide il Mar Adriatico dallo Jonio.
Ma come per anni mi han portato ad Otranto dicendomi che separava i due mari ed oggi hanno spostato il confine?




Così vado sul sito della Città di Otranto e trovo la rassicurazione che il confine fra i due mari è ancora lì, dove m'han sempre detto che era, ad Otranto!



Anche Wikipedia mi rassicura che non c'è stato nessuno spostamento.




Rassicurato da tutto ciò, proseguo il mio viaggio!

giovedì 16 luglio 2009

Tremonti:"Testa di cazzo"

Oggi un giornalista americano chiedeva lumi al ministro Tremonti sullo Scudo fiscale appena varato e sul fatto che lo stesso ministro avesse cambiato idea rispetto alla promessa che non ci sarebbero stati condoni e che si sarebbe impegnato nella lotta all'evasione fiscale.
- Ma non aveva promesso di non fare più sanatorie, proprio lei che parla di etica?-chiede il giornalista.
Il ministro delle finanze prima invita il giornalista a porre la domanda ad Obama(?), poi seccato si rivolge a Calderoli apostrofando il giornaista stesso come "Testa di cazzo!"


mercoledì 15 luglio 2009

Su Gabriele Sandri

Una volta tanto concordo con un giornalista de Il Giornale, nella fattispecie con l'articolo di Michele Brambilla, circa la sentenza sull'omicidio di Gabriele Sandri.

Con la sentenza emessa ieri sera la Corte d’assise di Arezzo ha commesso una duplice ingiustizia.
La prima ingiustizia, evidente, è nei confronti di Gabriele Sandri, che è morto ammazzato, e dei suoi familiari che sono rimasti a piangerlo. L’agente Luigi Spaccarotella è stato condannato a soli sei anni per omicidio colposo aggravato dalla previsione dell’evento.

[...]
Ma sappiamo che, anche se una rissa ci fu, questa era terminata; l’auto di Sandri e dei suoi amici stava ripartendo; e il poliziotto sparò ad altezza di finestrino da una corsia all’altra, rischiando di colpire anche altri passanti. Per definire un simile comportamento non troviamo parole più efficaci di quelle pronunciate dall’avvocato di parte civile: «Un’azione da folle, ma lucida».
[...]
La seconda ingiustizia[...]è nei confronti della Polizia.
Tutta questa vicenda, infatti, è stata fin da subito trasformata, dall’intero mondo del cosiddetto «tifo organizzato», in un processo non alla singola persona di Luigi Spaccarotella, ma all’istituzione-Polizia. Allo stesso modo si è fatto passare che anche la vittima non fosse una singola persona (Gabriele Sandri) ma le «curve» del tifo calcistico di tutta Italia.

[...]
I giudici della Corte d’assise avevano la possibilità di estirpare alla radice tanta strumentalizzazione, ribadendo l’elementare principio secondo il quale la responsabilità penale è personale, e punendo Spaccarotella come sarebbe stato punito qualsiasi comune cittadino che si fosse messo a sparare da una parte all’altra di una strada. Con questa sentenza che sa tanto di scappatoia hanno dato invece l’impressione che l’imputato fosse appunto non un singolo, ma l’intera Polizia; e la Polizia merita un occhio di riguardo.

martedì 14 luglio 2009

Oggi sciopero



Questo blog aderisce all’appello di Diritto alla Rete contro il Ddl Alfano che imbavaglia la Internet italiana.

lunedì 13 luglio 2009

14 Luglio, Sciopero dei Blog


Questo è il volantino per l’iniziativa di domani a Roma, l’incontro in piazza Navona delle 19 che accompagna il rumoroso silenzio dei blog in Internet contro il ddl Alfano.

Semplice ma geniale




dal blog di Giovanni Fontana Distantisaluti

P.S. Forse nel PD qualcuno dovrebbe trarre ispirazione.

sabato 11 luglio 2009

Mario Calabresi è il mio direttore

Non mi entusiasma riempire il blog di video, ma questo trovato su CattivaMaestra mi ha particolarmente interessato.
Calabresi sta diventando l'esempio da seguire da tutta una generazione che vuole cambiare il nostro, ingessatissimo, Paese.
Non abbiamo bisogno di rivoluzioni, basta il semplice buonsenso, un po' di pregmatismo e tanto coraggio.

Diritto alla rete

venerdì 10 luglio 2009

Ma, se anzichè fare il premier, si desse ai catering?

Per un matrimonio indimenticabile...Villa Certosa, in un ambiente esclusivo fra ficus e cactus, privacy garantita(?), servizio catering collaudatissimo e per ogni emergenza un Bertolaso sempre a disposizione, musica dal vivo con il noto folk-singer Apicella che all'occorrenza parcheggerà le vostre automobili, barzellette a volontà per l'intrattenimento di grandi e piccini, un fotografo sempre a disposizione per ricordare questa indimenticabile giornata e in esclusiva i nuovissimi video col Presidente fra i presidenti al G8.
I vostri parenti sono lontani? Niente paura, un aereo di stato li preleverà direttamente dall'aereoporto più vicino a casa loro, un parlamentare del PDL a vostra scelta (compreso nel prezzo) li accompagnerà intrattenendoli durante tutto il volo.
Affrettavi a chiamate il numero verde, vi risponderà una bella centralinista scelta personalmente dal Premier.

Berlusconi cerca casa

Conferenza stampa a L'Aquila: Berlusconi afferma di stare cercando casa a L'Aquila per Agosto, in modo sa seguire i lavori di ricostruzione.

Un suggerimento: cerchi una tenda sfitta e ne prenda pure una tutta per sé.
h2jq674e5x

giovedì 9 luglio 2009

Verba volant/5

"L’accordo raggiunto questa mattina dal Governo Berlusconi sulla filiera del cloro è un grande traguardo per l’industria chimica in Sardegna. Ci permetterà di salvaguardare un patrimonio economico molto importante per la nostra Isola, soprattutto per il difficile periodo di crisi che stiamo attraversando.
L’impegno costante del Ministro Claudio Scajola, che in tutti questi mesi ha gestito le trattative con Ineos, Safi ed Eni, per la salvezza del comparto e per la salvaguardia dei lavoratori sardi, è il modello di Governo che auspichiamo per il raggiungimento degli obiettivi di cui la Sardegna necessita".
Ugo Cappellacci - 13 Febbraio 2009 dal blog www.ugocappellacci.it

I dirigenti dell'Eni hanno deciso lo stop dell'intera produzione dell'impianto cracking per due mesi a partire dal prossimo primo agosto. Dura la reazione del governatore della Sardegna: "E' sconcertante perché questa decisione avviene alla vigila del G8 e a 48 ore dallo sciopero del comparto industriale nell'isola"
da Unione sarda del 07 Luglio 2009

Se qualcuno aveva dei dubbi...



Ho aderito subito allo sciopero dei blogger proposto da Gilioli in questo suo post.
Molti blogger avevano dato la loro adesione ed alcuni avevano avanzato dei dubbi.

Se qualcuno avesse ancora dubbi sulla bontà dell'iniziativa basta leggere l'articolo de Il Giornale scritto da Filippo Facci " Chissenefrega dello sciopero dei blogger", e i suoi commenti alla risposta di Gilioli.
Poi basta leggere la richiesta di rettifica preventiva inviata a ByoBlu o le osservazioni del sempre più attivo Gilioli ad un post di Paolo Valenti Wally in cui avanza dubbi sulla spontaneità dell'impegno di Gilioli per la protesta e sulla validità della protesta stessa.

Insomma dopo aver letto tutto ciò, ci sono ancora dubbi sulla necessità di protestare contro una legge, che sicuramente non sarà il preludio ad una dittatura o la fine di tutte le libertà personali di questo nostro Paese, ma che certamente pone dei seri dubbi sulla conoscenza della reta da parte di chi legifera ed evidenzia come sia possibile mettere a tacere tante voci libere e incondizionate semplicemente imponendo l'obbligo di rettifica in 48 ore?

martedì 7 luglio 2009

Non siamo noi che siamo razzisti...

"Non siamo noi che siamo razzisti, sono loro che sono napoletani!"
Grazie a Salvini che una volta tanto ci ricorda che prima degli immigrati la Lega si occupava con gli stessi toni dei meridionali.

Badate badanti....!



Dopo la nuova legge sull'immigrazione, che equipara badanti e collaboratrici domestiche a criminali incalliti, qualcuno potrebbe andare a controllare quante badanti e colf "regolari" hanno i parlamentari che hanno votato questa legge?



update: Capezzone e Bonaiuti riferiscono che la legge non è retroattiva, quindi non si applica ai clandestini entrati in Italia prima dell'entrata in vigore della legge stessa.
O.k., ma come si fa a sapere quando un immigrato clandestino è entrato in Italia, se per sua stessa definizione è clandestino? Poi, ciò vuol dire che a qualsiasi immigrato clandestino basterà dire alle forze dell'ordine, di essere entrato nel nostro Paese prima dell'entrata in vigore della legge, fosse anche il giorno prima.
Allora, così, tutto rimane come prima, e la legge non serve a nulla!
Ma mi chiedo come si possano votere delle leggi senza conoscerne le implicazioni!

lunedì 6 luglio 2009

Libertà di fare ciò che è giusto

[...] Vi è effettivamente una specie di libertà corrotta il cui uso è comune all'uomo e agli animali, e che consiste nel fare tutto ciò che ci piace.
Questa libertà è la nemica di ogni autorità e sopporta impazientemente ogni regola; con essa noi diventiamo inferiori a noi stessi; essa è la nemica della verità e della pace; e Dio ha creduto di doverla combattere!
Ma vi è una libertà civile e morale che trova la sua forza nell'unione, e che deve essere protetta dallo stesso potere: è la libertà di fare senza paura tutto ciò che è giusto e buono.
Noi dobbiamo difendere questa santa libertà in ogni circostanza e, se è necessario, dobbiamo per essa rischiare la vita.

Tocqueville, La democrazia in America, pag.54

Per aderire allo sciopero del 14 Luglio contro la "Legge bavaglio" : diritto alla rete

sabato 4 luglio 2009

Terza Via

4 Luglio, nasce la Terza Via nel PD.
Marino-Civati.
Basta con la vecchia nomenclatura, quando si perde una battaglia si sostituisce il generale, non si mette in discussione l'esercito.
Quindi il Pd con i suoi iscritti e simpatizzanti rimane, cambiamo il generale.
Abbiamo tante battaglie da combattere e vincere assieme.

Allora compatti su Marino segretario.

venerdì 3 luglio 2009

Satira

Sul G8 vigilerà un aereo senza pilota: il Pd.

Per coerenza, i tg già affidati a giornalisti senza palle.

Silenziosissimi, i Predator possono controllare ogni casa e zoomare su oggetti piccoli come un fazzoletto. E poi c'è chi si chiede perché il G8 non si terrà più in Sardegna.

Per le cariche ai pacifisti confermati i metodi tradizionali.

Berlusconi si prepara ad accogliere le first lady. In apprensione il marito della Merkel.

Tragedia a Viareggio. Finalmente una notizia che può dare anche il Tg1.

Il cardinal Bagnasco alle famiglie colpite: "La Chiesa è vicina a voi. Per cui fate poco casino".

Berlusconi a cena con due giudici della Corte Costituzionale. Napolitano fa sapere che non interverrà: ha già mangiato.

Il premier si giustifica: "Era solo un toga party".

Tolta dal menù la puttanesca per evitare fraintendimenti.

A tavola si è discusso di riforma della Costituzione: diventerà un libro di ricette.

"La costituzione si può cambiare" ha detto Berlusconi girando l'assegno.

(A Viareggio Berlusconi è uscito dal retro. Comunque i sondaggi lo danno ancora a galla)

Il settimanale Diva e donna rivela: "Il fidanzato di Noemi è finto". Adesso non esageriamo, ha solo due dita di cerone.

(Tutti i suoi uomini negano. Vuoi vedere che è davvero vergine?)

Berlusconi: "Il mio governo è il più stabile dell'occidente". È il suo letto, che cigola.

"Ovunque io vada si fermano le strade". Forse perché accosta ogni due metri.

San Giovanni Rotondo, pronta la cripta di Padre Pio. È talmente lussuosa che il Papa ha rischiato di non passare la selezione all'ingresso.

Il corpo del santo verrà trasferito in un locale più grande. C'è tutto lo spazio per rivoltarcisi comodamente.

(Tutti a parlare di questa cripta. E che è, d'oro?)

Truffa, Madoff condannato a 150 anni di carcere. Soddisfatti i legali: rischiava l'ergastolo.

Turisti giapponesi denunciano ristorante romano per un conto da 695 euro. Molto più di quel che avevano pagato per comprare la fontana di Trevi.

Pensionato spara al pc. È Achille Occhetto.

La morte di Michael Jackson ha spinto al suicidio 12 persone. O almeno questa è la versione del governo iraniano.

In Iran impiccati numerosi dissidenti. Ancora un po' e si potrà tornare a votare.

Stoccolma, lesbica eletta vescovo. Lutero è mio e lo gestisco io.

Da Spinoza

Sul ddl sicurezza

Ieri è stato approvato il ddl sulla sicurezza, alcune considerazioni:

- E' evidente la sua incostituzionalità; punisce, infatti, non un reato, ma uno stato di fatto, una situazione anagrafica, l'essere straniero diventa, di fatto, reato se non è accompagnato dal permesso di soggiorno.
Con l'obbligo di denuncia del pubblico ufficiale, si non sarà più possibile accedere all'anagrafe.
I presidi non hanno l'obbigo di denuncia, ma se il bambino non è registrato all'anagrafe, come potrà frequentare la scuola o l'asilo?
I medici sono esentati dalla denuncia, ma il personale ospedaliero?Un clandestino ammalatosi di qualunque malattia si recherà negli ospedali? O continuerà a circolare col rischio di infettare la popolazione? Se dovesse scoppiare l'epidemia della febbre suina, i clandestini avranno accesso ai vaccini o saranno di sola pertinenza degli autoctoni?
E dopo il decesso, chi chiederà un funerale? Di certo non i familiari del clandestino, se clandestini anch'essi.
Quindi sepolture clandestine?
Scuole clandestine, medici clandestini, sepolture clandestine.

Uno scenario futuro: incidente stradale, coinvolti un italiano e un clandestino.
Il clandestino anche se ferito cercherà di fuggire oppure pur avendo ragione pagherà il danno pur di non coinvolgere le autorità, oppure ferito gravemente, verrà portato in ospedale e da lì denunciato per immigrazione clandestina.

-Diventa reato locare una casa ai clandestini, molti di loro stanno per perdere un tetto, molti bambini finiranno per strada e nessuna autorità potrà dar loro una mano stante l'obbligo di denuncia.

Molto altro accadrà e non ci farà sentire più sicuri, quand'anche la maggioranza della popolazione è concorde con questa legge, non è detto che un giorno non ne prenda le distanze. Anzi, un giorno proveremo vergogna per questa legge.

E non accetteremo che coloro i quali l'hanno votata possano dire " Io non lo sapevo!"

Attendiamo fiduciosi

Da Ciwati

Prima di far gol. La terza via c'è. La stiamo definendo in queste ore. La sottoporremo al giudizio di tutti coloro che ci hanno seguito nel nostro percorso tortuoso degli ultimi mesi.

Poi:
Il terzo progetto estenderà la base elettorale del Pd, aumenterà le iscrizioni, renderà le primarie (altrimenti noiosissime) un passaggio più interessante per tutti. Movimenterà il dibattito e lo renderà meno astioso (e più simpatico) di come è partito. Il terzo, insomma, sarà tutto e fin dall'inizio, un progetto per il Pd. Queste sono le nostre intenzioni.






E noi attendiamo fiduciosi.

giovedì 2 luglio 2009

Sciopero contro la legge bavaglio

Il 14 Luglio ci sarà uno scipero di blogger e stampa contro la legge bavaglio.
Mi auspico che l'adesione di altissima.

IO SCIOPERO

mercoledì 1 luglio 2009

Per CIVATI

Credo che solo Civati possa concorrere come terzo incomodo fra Franceschini e Bersani.
Solo lui possa realmente far confluire il voto di quanti credono seriamente nel Pd, tutti quelli che alle primarie sono andati a votare pagando €1, sono profondamente delusi dalla piega del partito.
Civati, fatti coraggio, mia madre mi ha sempre detto quando dovevo prendere una decisione importante: "Fai un respiro forte forte e buttati".
Forse non vincerai, ma quei voti saranno pesanti! E peseranno dentro il partito.
Dai Civati buttati nella mischia!

Le motivazioni giuste

Ho fiducia nella Serracchiani, fra Bersani e Franceschini preferisco il secondo, ma ai punti.
Ma se lei sceglie Franceschini perchè è più simpatico, mi cascano le braccia.

Perché ha scelto di stare dalla parte di Franceschini? "Perché è il più simpatico".

In politica anche la simpatia conta, ma credo che servano anche, e soprattutto, altre qualità! Leader che racconta le barzellette ne abbiamo già uno.
Vero Debora?

Premier contestato a Viareggio

Dopo la contestazione in mattinata a Napoli, il Premier si è recato a Viareggio per "prendere in mano la situazione" ed è stato contestato anche lì.
Non male per essere al 61% dei consensi.
E il Tg1 tace.


Condividi