martedì 30 giugno 2009

Per Michael Jackson

Ho aspettato qualche giorno per scrivere qualcosa sulla morte di Michael Jackson, non volevo far prevelere l'emotività. Non l'ho amato particolarmente, ma alle sue canzoni fanno comunque capo i ricordi di tutta la mia infanzia.
Mia sorella con le sue cassette e i suoi poster, ed io che la prendevo in giro.
Lei che guardava i suoi video su Italia1 o su Video Music, ed io che le cambiavo canale.

Ora che non c'è più, provo una grande dispiacere, non per la mancanza delle sue canzoni, era tanto che non se ne sentivano di nuove, ma perchè si ha la sensazione che non c'è più un icona degli anni '80; e che, in un modo o nell'altro, ne abbia incarnato lo spirito.

Con lui se ne va un po' della mia infanzia.
La sua morte si aggiunge a quella di Pantani, Kurt Cobain, Senna, loro se ne vanno e noi capiamo che con loro sono andati via gli anni vissuti guardando le loro imprese o ascoltando le loro canzoni.

Una sua canzone per un episodio dei Simpson è il mio modo di salutare Michael Jackson.

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi